Sei un appassionato del Fai da te? Scopri gli attrezzi indispensabili

Appassionato del fai-da-te, di art and craft, di bricolage? Ecco gli strumenti che non possono mancare in cantina per eseguire ogni lavoro a regola d’arte!

Affinare l’ingegno con il fai da te: sono sempre di più le persone che, per hobby o per necessità, oggi giorno ricorrono al do-it-yourself per i lavori fatti in casa: per ordinarie riparazioni e manutenzione ma anche per la costruzione di oggetti e suppellettili domestici utili e di stile, non occorre più rivolgersi a specialisti del settore, ma basta rimboccarsi le maniche. Negli ultimi tempi, secondo le statistiche, circa la metà della popolazione italiana si dedica a interventi fai da te, in casa o in garage: chi interviene per la riparazione di tubature e rubinetti, chi si cimenta per riaggiustare elettrodomestici come la lavatrice o il tostapane, chi si pavimenta o dipinge da sè la propria abitazione. Per fare ciò occorre innanzitutto affilare le proprie abilità manuali, aguzzare l’ingegno, armarsi di pazienza – meglio ancora se con una dose di passione, ma soprattutto occorre dotarsi della giusta strumentazione. Ma quali sono gli strumenti da tenere in casa per il fai da te?

Ogni persona che si dedica al fai da te o al bricolage ha bisogno degli strumenti utili per realizzare un’infinità di interventi domestici.

Ogni mestiere ha il suo set di strumenti utili, ma di base, il martello il seghello e un trapano sono un must per chi lavora in particolare con il legno per la costruzione ad esempio di oggetti come mensole, armadi o cucce per animali domestici. A questi vanno accompagnati i chiodini e le viti: si consiglia di recarsi da un buon ferramenta e farne una scorta di varie dimensioni e per molteplici usi. Anche il cacciavite è uno di quegli oggetti che non possono mancare per chi ama fare lavori di bricolage o di riparazioni basilari in casa: è bene quindi averne a disposizione qualcuno, con punte di varie forme. In giro si trovano degli interessanti kit con punte intercambiabili anche a prezzi convenienti. Il metro è l’elemento indispensabile per prendere le misure per chi lavora con tavole di legno o su muri, mentre un altro pezzo immancabile è la chiave inglese: anche qui è meglio dotarsi di un set di chiavi adatte ad ogni bullone.
La forbice, le tenaglie e le pinze sono altri oggetti fondamentali per tagliare non solo carte ma anche cavi e fili, per chi ad esempio voglia cimentarsi con le riparazioni elettriche, mentre chi deve operare sui muri, scartavetrare o imbiancare, non può non avere a fianco, oltre alle vernici e ai pennelli di varie misure (sostituibili con i rulli, per un lavoro più rapido) anche la carta vetrata, la carta scotch, e naturalmente dei grandi teloni plastici per parare gli schizzi di tinta.

Insomma il perfetto kit dipende anche dai tipi di lavori da effettuare, ma naturalmente lo strumento ha bisogno di qualcuno che lo maneggi con cura. Per questo, per intraprendere qualsiasi lavoro fai da te in casa, prima di tutto è importante la pazienza, la concentrazione e una certa accuratezza, per eseguire un lavoro ad arte. L’abilità manuale è altrettanto importante, ma non c’è da preoccuparsi se si è alle prime armi: la bravura viene sviluppandosi con l’esperienza. Molto più importante è invece una buona dose di passione e interesse per il do-it-yourself, che permette di svolgere lavori anche migliori di quelli che avrebbe potuto fare qualsiasi tecnico di professione.

Questo elemento è stato inserito in Blog. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento